“La storia infinita” di Michael Ende è il libro che mi ha salvato la vita.

0
603

La storia infinita mi ha salvato la vita.
Non credo abbia salvato sole me ma anche tanti altri lettori che hanno letto il libro.
Questo libro narra di un ragazzo di dieci o undici anni di nome Bastiano Baldassare Bucci che, dopo aver perso la madre, si chiude in se stesso e trova riparo nella lettura di storie fantastiche. Un giorno vide un libro chiamato “La storia infinita” e ne venne subito attratto, ma era in possesso di un uomo di nome Carlo Corrado Coriandoli. Così decise di rubarlo e rifugiarsi in una libreria antiquaria.
Il libro narra del regno di Fantàsia dove l’imperatrice infanta è afflitta da un male sconosciuto, chiamato Nulla, e rischia di morire.
L’imperatrice infanta incarica un ragazzo di nome Atreiu di salvare il regno e gli affida il talismano Auryn che lo proteggerà da ogni male. Scopre successivamente che l’unico modo per salvare il regno è condurre a Fantàsia un umano che dovrebbe dare un nuovo nome alla imperatrice infanta.
Bastiano, sempre più immerso nella lettura, si ritrova a un certo punto nel mondo di Fantàsia. 
Viene allora incaricato dalla imperatrice di ricreare il regno secondo i suoi desideri e gli viene affidato di talismano Auryn.
Il ragazzo si ritrova così coinvolto in varie avventure, sempre accompagnato dal drago della Fortuna Fùcur e da Atreiu.
Ma per poter savare il regno di Fantàsia dovrà puntualmente scontrarsi con le sue paure.
Questo libro mi ha insegnato un nuovo modo di pensare. 
Ho capito che per costruire la propria vita bisogna affrontare le proprie debolezze e le proprie paure, concentrandosi al massimo per trovare le giuste soluzioni e soprattutto senza mai smettere di credere in se stessi.
Ecco perché “La storia infinita” mi ha salvato la vita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui